mercoledì 21 ottobre 2009

Verruca plantare semplice

Ebbene si, alla fine non c'era nessun occhio di pernice, come pensava il medico che mi ha visitato.
Ma ancora peggio si tratta di una verruca plantare semplice, che è quella più dolorosa.
La seduta dal podologo è durata circa cinquanta minuti. Dopo aver ripulito i plantari dai vari calli da runner, il medico ha iniziato a consumare la parte più callosa con la pietra pomice. Nella zona soprastante la verruca, ha consumato fino al punto che è uscito del sangue. Il dolore è sopportabile. Segue l'applicazione vera e propria, con un tampone di azoto liquido, che viene posto sulla parte interessata con la somma della pressione più la bruciatura da azoto, per circa tre, quattro minuti. Il dolore lo sopporto ma è intenso anzi acuto.
La cosa più fastidiosa di tutto è che non c'è certezza di quante sedute si devono fare per eliminare il problema. Le sedute hanno una pausa di due settimane una dall'altra. Per fortuna non c'è il problema di dover fermarsi totalmente dall'attività podistica. Tutto dipende da quanto riesco a sopportare il fastidio. Intanto questa sera che ho effettuato il primo trattamento pare stia già andando meglio, o forse è solo l'impressione. Staremo a vedere.

14 commenti:

LO SCATENATO ha detto...

Auguri caro Giuseppe io ne ho tolte a otto anni con l'elettrocoagulatore a caldo in anestesia totale perche' agofobico un numero elevato, dicono duecento, non sono molto dolorosose, ma sono bastarde.
Auguri forza runner loro sono piccoline, noi siamo tosti e determinati, un saluto dallo Scatenato, in ptrda alla tosse notturna poi ...

Barby ha detto...

A leggere che ti ha dovuto applicare un tampone di azoto liquido mi sono venuti i brividi, posso solo immaginare il dolore!
Ma per correre non puoi proteggere almeno un poco questa verruca con un cerotto o una garzina?
Almeno per non avere uno sfregamento diretto con il calzino

Alfredo ha detto...

Ma quando dici "Per fortuna non c'è il problema di dover fermarsi totalmente dall'attività podistica." significa che ora ti stai allenando senza nessuna gara in obiettivo?

Tosto ha detto...

Mi vien male solo all'idea! cmq puoi correre! in questi giorni sono alle prese con due fastidiose vesciche che devo assolutamente debellare entro domenica!

the yogi ha detto...

ecco, la verruca asportata mi mancava... e pensavo d'aver già letto tutto! ;D

Giuseppe ha detto...

@Lo Scatenato,
Grazie per gli auguri, comunque come per altri problemi le cause e le conseguenze sono un caso a se, nel mio caso la verruca è molto dolorosa ed è in un punto in cui pesti sopra con tutto il peso del corpo per tutta la giornata, per cui si possono trarre subito le conclusioni.
@Barby,
si l'applicazione con l'azoto liquido è un tantino dolorosa ma non per altro se non per il tamponamento effettuato premendo sopra la zona interessata. Per quanto riguarda il cerotto è l'unica precauzione che il podologo ha consigliato, perché essendo un problema creato da un virus, devo sempre isolare la parte per evitare contati con qualsiasi elemento. Ciao
@Alfredo,
Io da sempre corro e faccio attività fisica e podistica agonistica e non, ma il mio fine non è mai stata la gara, io non posso stare fermo ho da sempre il bisogno di stare in attività. Quando c'è di mezzo una gara non mi tiro indietro anzi l'agonismo è sempre con me anche quando si tratta di una partita a carte o a scacchi. Il mio correre è veramente un bisogno e un piacere, quando corro mi diverto. Quale Obbiettivo ti può dare di più.
@Tosto,
stai tranquillo la vescica è un problema fastidioso ma di breve durata.
@yogi,
Buongiorno, certo se non ci penso io a colmare le tue letture.
Come è andata la tua trasferta?

francescarun ha detto...

coraggio Giuseppe...mai mollare:)))

baci

Giuseppe ha detto...

Benvenuta Francescarun,
con tutti questi consigli ed incoraggiamenti, non si può mollare. grazie

Furio ha detto...

Ma il trattamento viene fatto in anestesia totale? :-D
Ciao!

Maurizio ha detto...

Sei veramente stoico. Io appena ho sentito menzionare la parola azoto liquido mi sono sentito mancare. Ho visto una volta gli effetti su di una persona che per errore gliene era caduto pochissimo sulle dita...ti auguro una pronta ripresa.

Giuseppe ha detto...

@Furio,
no il trattamento non ha alcun bisogno di anestesia. Comunque ti assicuro che il dolore della verruca plantare sotto l'alluce è più fastidioso del trattamento. Infatti il momento di dolore più acuto è quello dovuto alla compressione del tampone proprio nel punto della verruca.
@Maurizio,
di sicuro l'attimo del trattamento richiede una buona dose di autocontrollo, ma come ho appena scritto a Furio, rispetto al fastidio che ti porti appresso per tutto il giorno, quei pochi minuti sono niente. I miei saluti a tutti e due

Anonimo ha detto...

Io ho usato l'azoto liquido per 6 sedute ed ora, disperata, ho prenotato una seduta di laser CO2 tra qualche giorno. è vero, non ci sono controindicazioni per la corsa, ma io ormai dal dolore nonj riesco quasi più neppure ad appoggiare il piede a terra....posso solo pedalare e nuotare a quanto semba! uff speriamo passi in fretta questo calvario, è da luglio che mi porto dietro sto supplizio!

Giuseppe ha detto...

Anche io mi sono trovato nella tua stessa situazione.
Il primo periodo della cura con l'azoto liquido non è cambiato quasi nulla, anzi dopo qualche mese ho peggiorato, ma ho insistito e ne sono uscito fuori. Ci sono voluti 6 mesi di terapia con una seduta la settimana, tieni conto che nel mentre, tra una seduta e l'altra ho usato i cerotti con l'acido salicilico.

Giuseppe ha detto...

Dimenticavo, se vuoi posso darti qualche consiglio.