mercoledì 25 novembre 2009

Fermo

Fermo.  Tre giorni pieni di lavoro. Orari tipo sette di mattina, venti e trenta. Difficile gestire un allenamento in queste condizioni.

7 commenti:

francescarun ha detto...

Coraggiooooooooooooo Giuseppe;))))))))))))))

Francarun ha detto...

Ancora fermo...certo che è un vero peccato !

Alfredo ha detto...

Alle cinque del mattino si corre alla grande...

Patty ha detto...

corri al mattino presto con la frontale però onde evitare problemi :-)))

Tosto ha detto...

Il lavoro nobilita l'uomo! :)

Poeslandia ha detto...

Ciao, commento per la prima volta ...
entrando mi ha incuriosita questa frase;
"Vincere significa non dover mai dire mi sono arreso."

Il mio nonno diceva sempre, NON il vincere, Ma partecipare! da un significato della vita.
Affrontare gli ostacoli, volere vincere, si perchè no, ma gia che hai partecipato hai dimostrato a te stessa che sei una persona valida.
TU, cosa ne pensi?
con stima, Lisa

Giuseppe ha detto...

@Francesca
E' solo stanchezza. Ma forse la stanchezza, è solo un alibi. In ogni caso va bene lo stesso.

@Franca
Ma no non è un problema. Pensa che le ultime due maratone che ho fatto le ho preparate con tre sedute settimanali e sono andate molto bene.

@Alfredo
Hai ragione ho corso prima dell'alba per quattro anni di fila, ma in questo momento non posso permettermelo. La mia giornata normalmente termina alle 23.30 o le 24.00.

@Tosto
Si Tosto forse hai ragione. Ma dopo quanto tempo arriva questa nobiltà?

@Lisa
Sei la benvenuta. Se intendi dire l'importante è partecipare, non sono d'accordo.
Senza ambire alla vittoria non puoi effettuare nessun percorso. E' importante crederci. Poi anche se arrivi a vincere la cosa fondamentale è guadagnare umiltà essere capaci di tornare al punto di partenza e riprovarci.