domenica 28 febbraio 2010

Oggi è in salita

Nuoro - Prato Sardo - Nuoro
Zona industriale.

- stretching 20'
- riscaldamento 15'
- corsa lenta "lungo tratto in salita" 1h13'26" 15km FC media 153 bpm
- stretching 10'
- defaticamento 5'





La Domenica l'unico giorno in cui si potrebbe rimanere fino a tardi dentro il letto. Peccato che corrisponde proprio al giorno in cui si può fare una corsa un po più lunga del solito, e allora via giù dal letto e vestirsi con indumenti tecnici per correre al fresco del mattino. Calzamaglia felpa cuffia, e via si parte. Fuori in questo mattino ancora grigio e freddo. Arrivo sul luogo della partenza e aspetto Domenico l'amico che mi accompagnerà nella seduta odierna. Ultimamente le corse erano sempre dentro i percorsi in città, oggi si corre in una strada fuori città verso la zona industriale, approfittando della giornata con poco traffico. La scelta del percorso odierno ha due motivi. Il primo fare un tratto di corsa un po più lungo di quelli che ho fatto dalla ripresa ad oggi, il secondo fare un buon carico di qualità e quantità in salita. Questa la troviamo per un tratto di due chilometri già nel tratto della partenza, la effettuo con un bel fiatone, senza esagerare ma andando a buon passo, la strada scollina e mi da un attimo di tregua, ma con la scusa aumento il passo e la fatica rimane. Fino al quinto chilometro la temperatura e sempre freddina ma finalmente il grigiore cambia colori perché esce il sole che inizia a scaldare. A questo punto la strada inizia con un altro salitone dalla pendenza impossibile . I denti stretti per non mollare e con lo sguardo rivolto in basso guardo la strada pochi metri d'avanti a me per evitare di cercare la visuale della salita in tutta la sua lunghezza. Oltre al calore del sole  ho addosso tutto il calore sviluppato dall'azione della scalata, ma il caldo per me è sempre un piacere, non mi da il minimo fastidio. Salita finita, sono nuovamente in piano, adesso un nuovo tratto rettilineo per quasi due chilometri prima dell'ultimo tratto di salita lungo altri quattro . Mi sento proprio bene, nonostante l'intensità del percorso non soffro tanto, pensavo d'aver perso di più ma la gamba tiene. Termino la seduta con la solita parte dedicata allo stretching. Sento i muscoli delle cosce che bruciano e chiedono pietà. Per fortuna oggi è una Domenica di tutto Relax e avrò il tempo e il modo per riposare. Sensazioni BUONE!

6 commenti:

TylerDurden ha detto...

E' in salita anche la tua forma fisica, post dopo post si respira questa sensazione. Buon riposo.

Giuseppe ha detto...

@TylerDurden
Prima dell'intoppo peggiore avvenuto cinque mesi fa, la forma non era delle migliori, ma era frutto di oltre un anno e mezzo di crescita senza pause. Forse anche grazie a questa base, il recupero si sta risvegliando pian piano, ad ogni seduta. Chiaro spero di continuare ad equilibrare bene gli incrementi di carico-scarico.

GIAN CARLO ha detto...

Ti leggo con fiducia... la mia forma scadrà da paura per il lungo(e primo stop in 17 anni) poi (speriamo) tornerà rapidamente.

Giuseppe ha detto...

@Gian Carlo
puoi contarci. Sarà una ripresa graduale ma continua. Purtroppo io negli ultimi cinque anni ho avuto una media di uno stop più o meno serio, ogni anno o anno e mezzo.
Chiaro dipende da quanto si sta fermi con la corsa, ma senza sedentarietà assoluta.
Comunque ognuno è un caso a se.

ciro foster ha detto...

Giuseppe, anche tu saqlita! Bravo, vedo che il 'collinare' lo stai 'digerendo' benissimo...era anche panoramico,vero?ciao.

Giuseppe ha detto...

Ciao Ciro,
panoramico non molto visto che ero nella zona industriale.