sabato 18 giugno 2011

PRO E CONTRO - Bellissima giornata

Ore 06:00 - E' proprio una bellissima giornata e tutto sembra girare per il verso giusto.











- stretching 12'
- riscaldamento 15'
- Corsa lenta km 10,520  46'33" (al km 4'25") Fc Media 147 bpm
- passaggi: 4'22"- 4'31"-4'26"- 4'34"- 4'29"- 4'23"- 4'26"- 4'35"- 4'30"- 4'06"- 2'10" (520m 4'08"
- defaticamento 10'
- Stretching 10'


Contro - Questa 2° settimana ho tirato i remi in barca e ho corso a giorni alterni.

Pro - I diversi dolori e dolorini, ai quadricipiti sofferenti e al ginocchio, oggi non si sono sentiti. Speriamo sia il segnale di un nuovo riadattamento alla corsa non troppo lenta.
 
Di certo ancora non mi sono abituato alla corsa mattutina, infatti tardo a far girare le gambe. In pratica, nel primo quarto d'ora del riscaldamento sto ancora dormendo.

Al termine del riscaldamento quando imprimo il giusto ritmo per la corsa lenta, le cose cambiano e sento che i muscoli non soffrono tanto come nei primi tre giorni.

Anche oggi ho corso i 10km supportato dal controllo crono-cardio. La media soddisfacente di 4'25" con una frequenza cardiaca media di 147 bpm. Quest'ultima leggermente oltre il dovuto, a causa di qualche rilevamento in salita.

Anche per oggi è andata, vedremo domani nell'ultima seduta della 2° settimana.

12 commenti:

francoscr ha detto...

A differenza di te , trovo più energie quando corro la mattina.

Giuseppe ha detto...

Per riabituarmi ci vorrà qualche mese. Per fortuna, forse, ho scelto il periodo più adatto per farlo.

Comunque confermo che una volta rotto il ghiaccio, l'allenamento mattutino, all'alba, è la cosa migliore.

Almeno per chi ha famiglia.

Ciao

Vincenzo DI GENNARO ha detto...

Ciao Giuseppe. Anche a me piace allenarmi al mattino, però devo dire che man mano passano le ore in giornata il metabolismo si sveglia e funziona meglio e le prestazioni sono decisamente migliori.
Meno male che ti stai riprendendo e fai i lenti a 4'25", vedremo poi cosa succederà...

Tomaso ha detto...

Caro Giuseppe a me piage guardarvi!!!
E ricordare quando ero giovane...
Tomaso

Anna LA MARATONETA ha detto...

Ueeeeee!!! Complimenti per la media!! Quanto ai dolori muscolari...aimè, con i primi caldi è quasi tassativo soffrirne...

Giuseppe ha detto...

@Vincenzo.
Anni addietro era mia abitudine allenarmi solo e unicamente all'alba, e prima dell'alba quando l'allenamento era lungo, per 12 mesi all'anno. Neve, pioggia o vento, stesso discorso.
Il lento a 4'25" è il passo in cui soffro meno di quando vado più lento.

Giuseppe ha detto...

@Tomaso,
Correre, camminare, l'importante è non stare fermi.

Ciao

@Anna.

Resistiamo. La corsa è lo sport che abbiamo scelto perché ci piace e ci fa stare bene, quindi non ci sono problemi.
Ciaoooo

lella ha detto...

ciao Giuseppe
Complimenti per la tua tenacia.
Hai ragione:l'importante è non stare mai fermi!
un caro saluto
Lella

Davide R. ha detto...

Madonna... la mattina è sempre traumatica anche per me.... devo essere proprio con tanta voglia... però quando esco ho le tue stesse sensazioni.. all'inizio mi sento ancora intorpidito ma poi si gira molto bene.... sopratutto dopo un oretta...
a presto!!!!
a proposito ci verrai a settembre a fare la Wine Half Marathon??? sarà una gara veramente ricca di eventi!! saluti, ciao!!

arirun ha detto...

Il trucco per la mattina d'estate è ripetermi che se non esco col fresco poi tocca soffrire a 30 gradi ma sono un bradipo anche al top della forma!Per ora soffro solo di quei dolorini da indolenzimento che scaldandoti passano..spero la fortuna continui ad assistermi :)

Giuseppe ha detto...

Ciao Davide,
mi sarebbe piaciuto tanto, ma il 10 e l'11 settembre, parteciperò al gran prix nazionale aniad.
Le gare saranno un 1500 e un 5000, su cui sto iniziando a lavorare per poterle fare benino, quindi non potrò avere la 21 sulle gambe.

Comunque non mancheranno occasioni.

Ciao

Giuseppe ha detto...

Ciao Ari,
Spero anch'io nella stessa fortuna.

Per quanto riguarda correre sotto il sole, proprio la giornata di oggi faceva pensare (+33°).