venerdì 12 marzo 2010

6 x 1000 + rec. 500 metri

Allenamento del 11 marzo 2010

Tapis roulant

- stretching 5'
- riscaldamento 1,5km corsa in leggera progressione
- ripetute 6 x 1000 a 15,6 km/h rec 500m 12 km/h
- defaticamento 5' corsa lenta
- stretching 5'
n.b. il passaggio nei vari mille  3'50" - 3'50" - 3'50" - 3'50"- 3'50" - 3'50".

Questa sera c'è veramente freddo, vento e nevischio. Non sono propenso ad effettuare una seduta in queste condizioni, ed escogito un allenamento virtualmente primaverile. Infatti rimango a casa. Pantaloncini corti, maglietta a maniche corte e via un allenamento sul tapis roulant. 

Stasera solo 5 minuti di stretching, è già troppo tardi, corsa lenta di riscaldamento per 1,5 km e partenza per la prima delle sei ripetute sui mille metri in programma oggi, basandomi sul consueto criterio della progressività.
Ritengo questa seduta il giusto proseguo dell'allenamento di due giorni fa in cui il percorso era collinare con delle pendenze che influivano sulla regolarità del passo.
Questo oggi non è un problema infatti lascio il tappetto in posizione con inclinazione 0, per cui mi posso permettere un passo  in agilità e uniforme a 3'50"/km, ed un recupero di 500m in 2'30". 

Il tutto è filato liscio dall'inizio fino al termine, tenendo conto che l'andatura della ripetuta non era programmata, è  arrivata spontaneamente. Infatti il miglioramento è evidente ma è ancora troppo presto per decidere ritmi precisi.
Proprio  per questo motivo in questa fase sto tenendo poco conto delle frequenze cardiache, almeno per qualche altro giorno, fino a quando farò un test di Conconi per avere un riferimento in più. 

Il fattore calore è stato sicuramente un vantaggio, che sommato al recupero effettuato ieri senza correre, ha facilitato un lavoro con un passo ad una certa intensità senza accusare alcun problema. Anche oggi posso ritenermi soddisfatto.


Sensazioni Buonissime.     

11 commenti:

Giuliano 12 marzo 2010 13:03  

Complimenti per aver fatto i 6x 1000 sul tappeto. Io non riesco, ma non voglio neppure. Il rischio di farsi male é alto. Tra l'altro questa sera ho un 7x 1000 a 3'55"/4'00 ma vado in strada, percorso in saliscendi.

Giuseppe 12 marzo 2010 13:32  

Sono d'accordo con te in strada si corre meglio, ma in questo momento il meteo non è l'ideale, ho preferito stare al caldo.

the yogi 12 marzo 2010 14:32  

a me basterebbero le 'buone sensazioni per goderne, tu sei oltre.... :)

GIAN CARLO 12 marzo 2010 15:42  

Vai come una moto...anche se sul tapis è da pazzi, ma tenere il ritmo costante vien da se

Daniele 12 marzo 2010 17:55  

Veramente bravo, fare i mille sotto 4' a km, sul tappeto è da superman! Ma non è pericoloso?

Marinesdicorsa 12 marzo 2010 18:40  

mi piace il giudizio che alla fine ti dai"SENZAZIONI....."VAI COME UN TRENO....ciao grande

Giuseppe 12 marzo 2010 19:25  

@yogi, è bello che ognuno abbia il suo modo di vedere le cose la differenza ha il suo valore. Alla fine anche a me bastano le buone sensazioni. Queste ci sono perché ho avuto quello che cercavo e forse per questo non sono oltre e solo diverso il punto di vista.
@Gian Carlo, sai bene quanto me che non è facilissimo allungare il passo, specie dopo una sosta forzata.
Ma come mi hai detto qualche commento fa è tutta una questione di convinzione e alla fine si arriva.
@Daniele, forse non è facile, conosco tanti amici runner che sul tappetto hanno un senso di vertigini, ma poi con l'abitudine diventa uguale alla corsa su strada.
@Marines, è una delle diciture stringate che utilizzavo sul diario cartaceo, quando riassumevo le sedute giornaliere. Non riesco a dimenticarmela, per me ha il suo bel valore. Per quanto riguarda il treno ci sto provando.

Un saluto a tutti

unoazero2000 14 marzo 2010 20:50  

Pazzesco sul tappeto a far ripetute sui mille, per me roba fuori portata. E' poi così difficile? Per me si.
Concordo, buon allenamento, ciao!

Giuseppe 14 marzo 2010 21:29  

@Unoazero2000, no non è difficile è solo un problema di abitudine. Chiaro se non l'hai mai fatto può sembrare difficile, ma solo con il pensiero, poi nella pratica ti rendi conto che è la stessa difficoltà che puoi incontrare su strada.
Ciao

mjaVale 16 marzo 2010 23:31  

certo che hai un'affinità con il tapis, per farci su le ripetute! ma lo hai a casa? Grazie per il consiglio dello specchio, ma io l'ho provato in palestra!

Giuseppe 17 marzo 2010 00:23  

Averne uno a casa è un buon investimento. Io l'ho fatto.

  © La corsa... by http://www.mellitorunner.blogspot.it/ 2009

Back to TOP