venerdì 29 aprile 2011

10° Campionato Nazionale ANIAD di mezza maratona



14° Mezza maratona internazionale di Napoli.
Quasi 1800 gli atleti al via della prova sulla distanza di 21,097 chilometri con partenza e arrivo in piazza del Plebiscito. Tra gli italiani i favoriti della vigilia sono: in campo maschile Danilo Goffi (ha concluso 3° in 01:06:22), l’atleta del gruppo sportivo Carabinieri che avrà il suo bel daffare contro il marocchino Abdelkim Kabbouri, vincitore a Napoli della maratona corsa due mesi e mezzo fa, il connazionale Abdelkrim Lamachi, il keniano Rugut Mathew Riprotic (ha concluso 2° in 01:05:31), il maratoneta del Rwanda  Eric Sebahire (tesserato  con l'atletica Gonnesa ha concluso 1° in 01:05:11).
Tra le donne la favorita è Gloria Marconi (ha concluso 1° in 01:16:29).

Il decimo campionato italiano di mezza maratona ANIAD , porta a Napoli 57 podisti diabetici da ogni parte d’Italia. La partenza è puntuale alle 8.30 e la prima parte del percorso si snoda da piazza del Plebiscito, verso la zona di Fuorigrotta, con il suggestivo passaggio all’interno della Mostra d’Oltremare.


La seconda parte, nel tratto del lungo mare, ci crea non poche difficoltà con il vento contro che in alcuni momenti era impossibile da evitare.


Segue il passaggio verso la piazza del Plebiscito dove troviamo la prima pendenza in salita. Per fortuna il gruppo con cui viaggio, Martina Rocco del Running club futura  (2° classificata delle donne ha concluso in  01:21:35) e Sacco Lucio che ha fatto da lepre in maniera impeccabile, imposta un ritmo che non cala nemmeno di un secondo al chilometro sia controvento che in salita.


Questo è stato il fattore vincente per tutta la mia condotta di gara, in quanto soffro molto i continui e  lunghi tratti con falsopiano in salita. 
Nuova salita verso la via Toledo, con i sampietrini del manto stradale fino a piazza Garibaldi dove facciamo il giro di boa nella Via Umberto e rientro verso la piazza del Plebiscito dove è previsto l’arrivo. Chiudo con il tempo 01:21:45 con cui mi aggiudico il primo posto assoluto della classifica ANIAD.

Immagine del podio prelevata dal sito ANIAD SARDEGNA

Ci tengo a sottolineare che tutti gli atleti dell'ANIAD hanno portato a termine la loro gara, tra cui gli amici dell'ANIAD SARDEGNA di Oristano:
Marcello Grussu che riesce a concludere la sua mezza con grande soddisfazione, dopo un anno e mezzo di convalescenza a causa di un serio problema ad un ginocchio.
Salvatore Mancosu, Francesco Atzeni e Ugo Tetti anche loro soddisfatti del proprio risultato.
Un particolare riferimento va fatto anche ai tre vincitori della staffetta, componenti del team diabetologico che con la loro partecipazione attiva hanno dato un contributo significativo all'affiatamento tra paziente e medico:
il Dr. Gianfranco Madau, diabetologo e socio fondatore dell'Aniad Sardegna, la Dr.ssa Carla Porcu, psicologa e Ottavio Statzu, infermiere.
Un ringraziamento particolare al Dr. Gerardo Corigliano, responsabile del servizio di diabetologia di Napoli e Presidente dell'Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici e a tutta la sua equipe, per le attenzioni  e l'ospitalità riservate a tutti gli atleti dell'associazione che hanno preso parte alla manifestazione.

15 commenti:

web runner ha detto...

Complimenti, grande prestazione!

Matteo Scrugli ha detto...

Vai proprio forte Giuseppeeeeeee!

Filippo ha detto...

Grande tempo, ottima condotta di gara e bel racconto, come sempre!
Buone corse!

Paolo Isola ha detto...

Complimenti per la vittoria ANIAD e per il riscontro cronometrico!!

Grezzo ha detto...

Ottimo tempo Giuseppe, grande andatura di gara!

GIAN CARLO ha detto...

Vabbè essere modesti, ma pubblicare la storia di una vittoria 12 giorni dopo è singolare .... io l'avrei fatto 12 minuti dopo ;D

fathersnake ha detto...

No, davvero, sembra tu stia raccontando l'impresa di qualcun'altro, complimenti per la prestazione e la modestia!

Giuseppe ha detto...

@web runner, è stata una due giorni molto interessante.

@Matteo, grazieeee.

@Filippo, sei troppo buono. Grazie.

@Paolo, i ritrovi con tutti gli amici dell'ANIAD vanno oltre la gara. Comunque sono soddisfatto anche del risultato.

@Francesco, ho provato con più impegno di Uta ed è andata meglio.

@Gian Carlo, sei sempre forte.
Questo è il quarto post che scrivo nel 2011, forse sono un po' pigro.

@fathersnake,!!!! mi sono perso.
Comunque grazie dei complimenti.

Albe che corre ha detto...

Complimenti per la vittoria e per il crono, in una mezza non credo facile visti anche i tempi dei Top..

Giuseppe ha detto...

Ciao Albe, si era un po difficoltosa, ma la bellezza spettacolare del percorso in ogni punto della gara ha limitato il danno. Comunque a puro titolo di curiosità riporto le interviste a caldo dei top:
"Soddisfatto, anche se visibilmente stanco, Eric Sebahire: «Ho avuto qualche problema per la durezza del percorso, estremamente complicato visti i diversi strappi. Pensavo di correre con un tempo un po’ inferiore ma sono comunque contento"
Sulla durezza del percorso si è soffermato anche Danilo Goffi: «Questo è un percorso con continui sali e scendi ed io non ci sono abituato. Peccato non essere riuscito a seguire i due davanti quando hanno allungato al 4° km. Da quel momento in poi ho dovuto fare gara da solo e alla fine ho pagato, specie tra il 10° e il 15° km. Anche il forte vento ha influito sulla mia prova, per buona parte della gara l’abbiamo avuto contro».
Anche la Marconi ha puntato il dito sul meteo: «Il vento in alcuni momenti era un nemico impossibile da sconfiggere. Peccato, perché invece tutto il resto è andato tutto bene.

Massimo ha detto...

Da napoletano ti ringrazio di aver partecipato a questa gara, e da atleta mi complimento per il grande risultato che hai fatto. Grande!

Sei un esempio per chi invece nella vita si piange addosso per un nonnulla.

squonimo ha detto...

Azz, diabetico, e fai quel tempo... Complimentoni!

I am ha detto...

Bravo Giuseppe!!

Giuseppe ha detto...

@Massimo, squonimo,I am,

Grazie a Voi

Giuseppe ha detto...

Gli ultimi tre commenti sono scomparsi a causa del blocco di BLOGGER.