giovedì 28 luglio 2011

Viva lo stretching

Ore 06:00
Pista
scarpe - ds trainer 13








- stretching 10 x 1'
- riscaldamento 20' ultimi giri in progressione
- 15 x 100 FC max 144  min 78
- 16"- 16"- 15"- 16"- 16"- 16"- 15"
- 15"- 15"- 16"- 15"- 15"- 15"- 14"- 14" 
- i recuperi camminando per 100m in 1'20"/1'30"
- defaticamento 20'
- stretching 14 x 1'

Sveglia alla solita ora
Finalmente condizioni meteorologiche accettabili, temperatura 19° (ancora non c'è il sole), intensità del vento 4 nodi. Così si ragiona.
Ieri sera a fine giornata, ho effettuato 30 minuti di stretching (quanto è bello fare il gatto).
Stiracchiare i muscoli, mi rilassa, mi fa stare veramente bene, allo stesso tempo diventa anche un utile esercizio respiratorio. Questa mattina al risveglio ne traggo i benefici e inizio la giornata con i 10 x 1' prima di uscire da casa.
Mi avvio. Corsa lenta per 20' con leggera progressione sul finale.
Il lavoro odierno prevede 16 x 100 a velocità sostenuta ma non massima, con recupero di 100 metri camminando. 
Appena termino il riscaldamento mi fermo qualche istante per cambiare le scarpe. Oggi calzo le Ds trainer 13 anziché le 16. Per gli allunghi da 100 metri trovo più comode le vecchie A2.
Partenza per il primo 100, 16". Perfetto, già l'esito della prima ripetuta è un valido metro di misura per la mia condizione odierna.
Cercherò di fare tutti i 16 allunghi cercando di correre composto, in agilità, eliminando qualsiasi sensazione di rigidità muscolare.
Tutto il lavoro è andato bene, ho preferito effettuare i 100 veloci nei tratti dritti della pista e proseguendo con il recupero nella curva, in tutto 8 giri.
Questo genere di esercizio mi rimette in sesto risvegliandomi dal torpore di due giorni fa, dove sicuramente hanno influito, le condizioni climatiche e qualche problema di digestione. Adesso ho la conferma che si è rimesso tutto a posto, vedremo nei prossimi giorni.

Sensazioni: discrete. Soddisfatto d'esser riuscito a superare lo stato di crisi fisica con conseguente scarsa dinamicità per tutto il giorno. 

7 commenti:

federico vecchiarelli ha detto...

Ciao Giuseppe, sono molto contento per il tuo recupero e sullo stretching condivido appieno (in particolare sul gatto), da qualche tempo lo faccio sempre mattina e sera perché tendo a contrarmi molto

lella ha detto...

come ti invidio!
Stretching...neanche in vacanza son stata capace di farlo!
Dove non sono molto d'accordo è il tuo entusiasmo per le condizioni meteo:-(((
Per te andranno di sicuro bene,ma un luglio così fresco francamente a me non piace.Ma quando arriva un pò di caldo?A me piace il nuoto e farmi un pò di vasche non è stato ancora possibile,ahimè!La temperatura dell'acqua della piscina e del mare non sono per niente invitanti.
buona estate
Lella

Giuseppe ha detto...

Ciao Federico.
grazie per la solidarietà.
Lo stretching.
Specialmente rimanendo in piedi o in macchina tutto il giorno, bisogna allungarsi un po'.

Giuseppe ha detto...

Buongiorno Lella.

Hai frainteso, io amo stare al caldo.
Corro bene anche all'ora di punta, il sole mi galvanizza.

Purtroppo soffro il freddo e il fresco, quindi quello che stai soffrendo tu lo soffro anch'io.

Mi piacerebbe farmi un po' di mare, quest'anno sono andato solo una volta. Speriamo nei prossimi giorni.

Per lo stretching, lo puoi fare comodamente anche davanti alla tv.

Vincenzo DI GENNARO ha detto...

Ciao Giuseppe, 15x100 in vita mia non li ho mai fatti. E' troppo difficile tenere alta la concentrazione per una distanza così breve, finirei per non curare bene l'azione di corsa etc...Hai una costanza e una capacità di concentrazione molto sopra la media...

Giuseppe ha detto...

Ciao Vincè,
è tutto merito della pista.

La risposta alla tua domanda 1.85.

Vincenzo DI GENNARO ha detto...

Giuseppe, credo che dovresti impegnarti per buttare giù un po di peso....almeno arrivare vicino ai 70KG e poi voli...