venerdì 3 agosto 2012

Temperatura bollente.

27/07 - 12km lento
29/07 - oggi non ho voglia. Solo 30' lenti in gruppo.
30/07 - 13km collinare in pineta
31/07 - 13km progressivo collinare con 3km di risc. 4km lento + 3km medio + 3km veloce.
02/08 - 3,5km risc. + allunghi 5x100m + 3000 a 3'50"/km rec. 3' + 10x200 in 35" rec. 1'30" 

Oggi faceva veramente caldo, impossibile pensare di uscire a correre.
Nel tardo pomeriggio alle 19.30 quando il sole si nasconde dietro le colline, decido di recarmi al campo per fare qualche lavoro breve e veloce.
Arrivato al campo trovo l'amico Giovanni che corre nell'anello più esterno della pista. Perfetto, per me va benissimo. Così mi appresto ad effettuare un po' di stretching e mi unisco a lui per un riscaldamento di 3,5km a buon passo circa 4'30"/km. Perfetto mi sento quasi a mio aggio, anche se la condizione dettata dal gran calore fa ripensare più di una volta sul possibile lavoro da inserire. Corsa lenta non se ne parla, ripetute medie o lunghe non mi va, provo con un corto veloce da 3000 metri a 3'50".
Parto ben convinto, ma poi mi ricredo subito quando già dopo il primo chilometro sono completamente inzuppato e grondante di sudore, troppo caldo. Non voglio mollare il lavoro a metà e così inizio il conto alla rovescia dei giri mancanti al termine, 5, 4, 3, 2, 1, 11'28". 
Anche con il corto (molto corto) veloce oggi il caldo è insopportabile ma allo stesso tempo non mi va di concludere così la seduta e decido di proseguire con ripetute brevi e veloci. Saranno 10 x 200m, tutte sotto i 36" e con un recupero di 1'30". Al termine sono finalmente soddisfatto della seduta, breve ma intensa. Venti minuti di stretching, mentre sorseggio mezzo litro d'acqua, finisco così la seduta.

1 commenti:

dugato andrea ha detto...

ravo aver portato comunque qualcosa
spirito da runner non a caso!