martedì 9 luglio 2013

Adrenalina a go-go


Venerdì 5
Pineta 15,5 km lento defaticante bpm 120/136

Domenica 7
Gara Zuradili corre -Marrubiu- 4000m 14'34" 2° MM50

Lunedì 8
Pineta 15,97 km lento defaticante bpm 120/136

Il giorno dopo la gara di Zuradili c’è la felice consapevolezza di aver fatto un buon tempo 14′34” ma anche un po’ di rimpianto per la sensazione di aver potuto fare anche meglio. I complimenti dei compagni di corsa sono gratificanti e poi esser certi di poter fare meglio è un buono stimolo per andare avanti senza errori.
L’approccio mentale alla gara veloce è sempre fantastico, senza nessuna paura degli atleti più forti sulla carta, anzi... Ho imparato a sopportare bene la fatica mentale e fisica delle gare brevi, la concentrazione e la determinazione non mancano e in questo modo diventa facile capire quello che posso dare. L'unico aspetto negativo della gara si è presentato dopo il terzo giro (era un circuito di 800m da ripetere 5 volte) quando dopo un un certo numero di difficili sorpassi mi son trovato solo. Ho proseguito con il mio passo sino al lap successivo e mi sono reso conto che c'è stato un momento in cui mi sono un po’ addormentato, ho rilassato il passo, quel che basta per perdere quasi una decina di secondi. Per fortuna con il passo un po' più svelto del mio, sono stato raggiunto da due atleti e solo in quel momento sono riuscito a risvegliarmi, riportando il ritmo alle mie possibilità del momento e proseguendo la progressiva rimonta fino al traguardo.

7 commenti:

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Sono contento che tu abbia ripreso a scrivere, è bello leggere di posti lontani da dove sono ora, ma che tante emozioni mi hanno regalato. A Zuradili ho corso due volte e le ho ancora ben fissate nella mia mente.. Devo cercare anch'io di sopportare la fatica mentale delle gare brevi. Sotto i 6 km vado in tilt! Bravo Giuseppe, mi sembri in ottima forma psico fisica

Giuseppe ha detto...

E' la prima volta che partecipo a questa gara ma confermo che è splendida. Il primo posto MM50 è andato ad un piemontese di Asti
Rosario Ruggero, gran bella persona. Mi ha parlato della sua storia atletica, è fortissimo. Se lo conosci e lo incontri in qualche gara dagli i miei saluti.

Andrea87 ha detto...

Belle le gare brevi, solo per "duri". Complimenti per la prova

Fausto di Bio Correndo ha detto...

Ho parlato di lui su di un mio pezzo pubblicato sul sito dell'Amatori Nuoro ad aprile!!!
In una gara qui mi ha battuto, anzi, mi è sempre stato davanti!! In una seconda occasione sono riuscito per un pelo ad arrivare prima io, solo però che lui è del '59!!!

anna ha detto...

Vedo che sei ritornato in forma! complimenti!!

Costantino ha detto...

Quello che mi ha colpito, tempo fa oramai, la prima volta che sono passato di qui e che, al di là della cronologia, c'è una persona che scrive di quello che sente, delle emozioni che prova durante una gara o semplicemente un allenamento.
Emozioni che, credo, sono superiori, più tangibili, di chi corre per puro professionismo.

Giuseppe ha detto...

@Costantino,
proprio come scritto in questo post:
http://mellitorunner.blogspot.it/2011/09/ore-0600-pista-scarpe-ds-trainer-16.html

@Anna,
con una scusa o l'altra ci provo sempre.

@Andrea,
specialmente per quando non si ha un buon fondo...